Novena dell’Immacolata

Novena dell’Immacolata

ImmacolataOgni sera alle ore 17.15, dal 27 novembre al 7 dicembre, ci ritroviamo a pregare insieme la Novena in onore della Beata Vergine Immacolata. Ci facciamo aiutare nella preghiera a Maria Santissima da testi e melodie attribuite a Sant’Alfonso Maria de Liguori. Il testo si può scaricare cliccando qui.

NOVENA ALL’IMMACOLATA

1. Vergine amabilissima, giglio immacolato di purità, che fin dall’eterno foste l’oggetto dei Divini Amori, ottenete a noi tutti di farvi sempre caro oggetto di nostra devozione: fateci provare i salutari effetti del vostro immacolato concepimento. Fate che il vostro nome, o Maria, sia per noi conforto negli affanni, speranza nei pericoli, scudo nelle tentazioni, respiro nella morte. – Ave, o Maria.

Salve, o nitida Colomba,
d’alta pace messaggera,
per te più non è qual era
serva e ria l’umanità.
Per te bella ed illibata,
o Concetta, o Concetta Immacolata.
Oggi e sempre sia lodata
Maria Concetta Immacolata.

2. Vergine ammirabile, specchio lucidissimo di castità, per quel giubilo che aveste quando, annunziata dall’Arcangelo, concepiste nel vostro verginal seno il Figliuolo di Dio, fate che noi riconosciamo il grande beneficio che ne risultò di aver Gesù per fratello, voi per Madre. Impetrateci tutti i mezzi e le grazie per partecipare dei Divini favori. – Ave, o Maria.

Tentò invan l’invitto piede
di ferirti il serpe infido,
sibilò di rabbia un grido
per cotanta novità.
Tu la testa gli hai schiacciata,
o Concetta, o Concetta Immacolata.
Oggi e sempre sia lodata
Maria Concetta Immacolata.

3. Immacolata Maria, Madre di grazie e di carità, che unica fra tutte le creature, foste preservata dal peccato originale e da ogni altra lieve colpa, ottenete a noi di essere preservati da ogni macchia di peccato e di mantenerci costanti nel santo servizio di Dio. – Ave, o Maria.

Sei di Iesse la radice,
vaga rosa porporina.
Te davidica Regina
il Dio forte proclamò.
Di astri vivi inghirlandata,
o Concetta, o Concetta Immacolata.
Oggi e sempre sia lodata
Maria Concetta Immacolata.

4. Vergine gloriosissima, ci rallegriamo con voi che nel vostro immacolato concepimento riportaste il trionfo del nemico infernale e del peccato ancora, e beatissima fin dal primo istante di vostra vita foste riempita di ogni pienezza di grazie. Impetrateci, o Vergine bella, tutte le grazie necessarie a santificarci e a salvarci. – Ave, o Maria.

Non dovea l’eccelsa Madre
di quell’Agno Immacolato
farsi Ancella del peccato
della trista eredità.
Fosti tu la preservata,
o Concetta, o Concetta Immacolata.
Oggi e sempre sia lodata
Maria Concetta Immacolata.

5. Vergine santissima, sia benedetto l’Altissimo Dio che a voi sola, fra tutti i figli di Adamo, si degnò concedere questo raro e singolarissimo privilegio d’essere preservata dal peccato originale. Deh pertanto, foste sì pura, sì bella, sì immacolata, muovetevi a compassione di noi, sì rei, sì peccatori, e come Dio a voi porse la destra, acciocché non cadeste nella colpa originale, così voi porgete a noi la mano acché non cadiamo nella colpa attuale. – Ave, o Maria.

Non dovea quell’Arca santa,
cui fu nube il Dio di amore,
macchia aver nel suo bel core
tutto pien di santità.
Fosti sposa e sposa amata,
o Concetta, o Concetta Immacolata.
Oggi e sempre sia lodata
Maria Concetta Immacolata.

6. Vergine benedetta, che col vostro immacolato concepimento annunciaste il prossimo spuntare del Divin sole, siate, vi prego, la fiaccola della nostra mente, la gioia del nostro cuore, la nostra difesa nei pericoli, il nostro sostegno nelle tentazioni. Concedeteci, o Madre bella, le vostre grazie, e fate che in noi fioriscano quelle virtù che resero voi sì ammirabile qui sulla terra e sì gloriosa lassù nel cielo. – Ave, o Maria.

Fin dai secoli vetusti,
come Stella del mattino
te mostrava il Re divino
ai veggenti d’ogni età.
D’aurea luce il crin gemmato,
o Concetta, o Concetta Immacolata.
Oggi e sempre sia lodata
Maria Concetta Immacolata.

7. Immacolata Vergine, adoro con voi la Santissima Trinità per avervi sollevata ad un privilegio sì singolare nel vostro immacolato concepimento, e per sì bella grazia a voi concessa, vi supplichiamo a non permettere giammai che prevalga contro di noi quell’infernale dragone, a cui voi schiacciaste gloriosamente il capo, e che umiliato e vinto tenete sotto i vostri piedi. Questa è la grazia che nella presente novena umilmente vi chiediamo e per ottenerla vi offriamo questo piccolo tributo di lodi e benedizioni in ringraziamento al Signore del privilegio che a voi concesse nella vostra Immacolata Concezione. – Ave, o Maria.

Volgi dunque il tuo bel ciglio,
a noi supplici tu presta;
la ragion del pianto è questa
dacci il Dio che ci salvò!
Tu sei Madre ed Avvocata,
o Concetta, o Concetta Immacolata.
Oggi e sempre sia lodata
Maria Concetta Immacolata.

PREGHIERA

Eccoci ai vostri piedi, o Madre Immacolata di Gesù. Deh! Riguardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio. Con la letizia nel cuore, con l’animo compreso della più viva gratitudine, noi ricorriamo a voi, nostra generosa benefattrice, a voi che vi siete sempre mostrata la Madre nostra, la Madre che tanto ci ama.
Noi siamo gementi, voi ascoltateci; siamo afflitti e voi consolateci; siamo nelle angustie e voi ridonateci la pace. Accogliete, o Mamma, le nostre preghiere, che unite con voi in un cuore solo, vi scongiuriamo presentare al trono di Dio.
La vita che ci resta noi consacriamo a voi e a propagare ovunque il vostro culto, la vostra devozione. E voi, o Maria, accoglieteci sotto la vostra protezione, noi ci abbandoniamo a voi come deboli figli fra le braccia di tenera Madre, sicuri che aiuterete in vita e ci assisterete nell’ora della nostra morte. Così sia.

SALVE REGINA

Salve Regina,
Madre Immacolata,
di grazia ricolmata
più abbondante.

Fin dal primiero istante
che voi foste Concetta,
voi foste sempre netta
dal peccato.

Infra tutto il creato
voi sola preservata
dalla colpa illibata
originale.

Fra tanti errori e mali
gemendo e lagrimando
va ognun di noi gridando
a voi, Maria.

Volgete uno sguardo, o Pia,
o Vergine amorosa,
Madre, figliuola e sposa
a Dio potente.

Vi prego veramente
di farmi perdonare,
non voglio più peccare
datemi aita.

Fate che sia pentita,
compiendo l’ultima ora,
voi Madre, gran Signora,
e mia avvocata.

Quando sarà portata
in Ciel quest’anima mia,
voi loderò Maria
Immacolata.

.
26 novembre 2019, .